FAD Pacchetto formativo “Innovazione degli uffici di cittadinanza “

Corso di formazione, conoscenza e sensibilizzazione sul “WELFARE AZIENDALE”.
Lo svantaggio sociale rappresenta il principale singolo fattore di rischio per salute e qualità della vita. I determinanti sociali di salute, a cui sono imputabili molte delle variazioni e disuguaglianze di salute nella popolazione, sono in gran parte evitabili chiamando in causa la responsabilità, a tutti i livelli – nazionale, regionale e locale, delle politiche non sanitarie (scuola, lavoro, ambiente, ecc.) e di quelle sanitarie.
Come anche l’emergenza da Covid 19 ha evidenziato, una funzione proattiva da parte dei servizi sociosanitari nei confronti dei gruppi più vulnerabili di popolazione sono indispensabili al fine di e si rendono necessari interventi intersettoriali, realizzati anche attraverso la valorizzazione di risorse interne alle comunità, che superano l’ambito sanitario intervenendo in maniera più incisiva su alcuni determinanti sociali della salute, quali ad esempio la dimensione lavorativa.
Il Nuovo Sistema di Garanzia operativo dal 1° gennaio 2020 comprende una specifica sezione di indicatori (di equità, di bisogno e di contesto) per il monitoraggio di tali dimensioni. Il Sistema prevede la possibilità di monitorare le disuguaglianze sociali in tutti gli altri indicatori di garanzia dei LEA, attraverso l’integrazione tra i dati del Nuovo sistema informativo sanitario e i dati di fonti statistiche esterne che raccolgono informazioni su almeno una variabile di tipo sociale.
Il welfare aziendale può rappresentare una delle pratiche che integra – in uno stesso intervento – la dimensione salute con quella sociale promuovendo benessere.
Il welfare aziendale, infatti, può costituire una leva efficace per: migliorare il clima aziendale, aumentare la produttività, fidelizzare i lavoratori e attirare nuovi talenti.
Anche in Umbria esistono esperienze di welfare aziendale. Il tessuto economico di micro e piccole imprese beneficerebbe molto dal suo ulteriore sviluppo. Al momento le esperienze che si registrano sono state attivate da imprese di grandi dimensioni o da enti bilaterali. Obiettivo della formazione proposta è quello di migliorare le conoscenze degli operatori del settore pubblico dei benefici legati allo sviluppo delle reti sociali ed in particolare sensibilizzare sui benefici dello sviluppo del welfare aziendale, una tra le possibili leve per affermare il welfare di comunità.

Destinatari:

Potranno partecipare a ciascuna edizione un massimo di 13 dipendenti pubblici che operano negli uffici di cittadinanza o altri servizi comunali interessati alla tematica

Relatore/i:

Si invita a consultare il programma

Note Organizzative:

Le richieste di partecipazione dovranno pervenire alla mail lara.gentili@villaumbra.it entro e non oltre il 15 ottobre 2022 ACCREDITAMENTO Il corso sarà accreditato presso l’Ordine Assistenti Sociali dell’Umbria. I crediti verranno riconosciuti a coloro che avranno frequentato almeno l’80% del monte ore del corso (6 ore e 24 minuti di frequenza).

Coordinamento Didattico-organizzativo:

Cristina Strappaghetti, 370/1098403, c.strappaghetti@villaumbra.it

Tutoraggio e Segreteria:

Lara Gentili, 075-5159728, lara.gentili@villaumbra.it

Data corso:19 e 25 ottobre

Attenzione

L'area servizi del sito, che consente anche l'accesso al gestionale della formazione e alla sezione "Amministrazione trasparente", è in manutenzione ed aggiornamento. Ci scusiamo per eventuali disservizi e problemi di navigazione o visualizzazione contenuti