In crescita la spesa per investimenti degli Enti territoriali

(VUnews) PERUGIA 24 giugno ’22 – Le risorse stanziate nell’ambito dei progetti del PNRR favoriranno nei prossimi anni un’ulteriore crescita della spesa per investimenti da parte degli enti territoriali. Gli effetti a livello locale dipenderanno però anche dalla capacità e dalla celerità delle amministrazioni nella definizione dei progetti e nella realizzazione dei bandi per i lavori pubblici nonché dai tempi con cui le opere verranno realizzate.

È quanto segnala il rapporto annuale “L’economia dell’Umbria” 2021, presentato oggi dalla Filiale di Perugia della Banca d’Italia. Il rapporto contiene l’analisi dell’andamento dell’economia, con riferimento a imprese, mercato del lavoro, famiglie, mercato del credito e un focus sulla finanza pubblica decentrata.

Le ricadute della pandemia, si legge nella relazione, hanno influenzato profondamente i bilanci degli enti territoriali, innalzando il livello complessivo della spesa. Quella corrente è aumentata, soprattutto per finanziare gli acquisti di beni e servizi e gli interventi a favore di imprese e famiglie. La componente in conto capitale ha beneficiato della ripresa degli investimenti, che sono rimasti comunque su livelli contenuti.

Un forte impulso alla spesa è atteso dall’utilizzo delle risorse messe a disposizione dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR). Gli interventi individuati sono diretti a colmare ritardi in alcuni rilevanti comparti di attività come il trasporto pubblico, la riqualificazione urbana, l’offerta sanitaria, l’edilizia scolastica e i servizi sociali e della prima infanzia.

Le scelte definite dal PNRR orienteranno la programmazione della politica di coesione, le cui risorse sono state attribuite tenendo conto del declassamento dell’Umbria tra le regioni “in transizione”. L’attuazione dei programmi relativi al ciclo 2014-2020 risulta inferiore alla media nazionale, con un divario che si è ulteriormente ampliato.

Chiara Ceccarelli

Tag di ricerca: Umbria, economia, PNRR, spesa, finanza pubblica decentrata, Banca d'Italia,

Attenzione

L'area servizi del sito, che consente anche l'accesso al gestionale della formazione e alla sezione "Amministrazione trasparente", è in manutenzione ed aggiornamento. Ci scusiamo per eventuali disservizi e problemi di navigazione o visualizzazione contenuti